LAVORI PORTUALI

Questo è forse il settore in cui l'azienda è più impegnata rispetto agli altri. Le maggiori opere portuali sin qui eseguite dalla Ns/Impresa sono state realizzate presso i porti di Civitavecchia e nel lido di Ostia.

Innumerevoli altre opere, sono state poi eseguite dalla Ns/Impresa quasi tutte nel nostro comprensorio, come costruzione ex-novo di scogliere o rifacimento e rinforzo di alcune già esistenti. I lavori portuali da noi eseguiti sono prevalentemente di trasporto e fornitura di materiali lapidei per i prolungamenti o rifacimenti di moli, banchine, scogliere, ecc.

Il processo produttivo per realizzare le nostre lavorazioni è il seguente: una volta ricevuta la richiesta di preventivo e di intervento, la Ns/impresa si premunisce di reperire materiali idonei per eseguire i lavori stessi. L'individuazione dei materiali è eseguita dal Ns/ufficio tecnico tramite la ricerca di cave di prestito esistenti nella zona. Una volta individuate le cave di prestito, la Ns/impresa è in grado di poter fare l'offerta per eseguire i lavori e partire con gli stessi.


lavori portuali
 

Una volta acquisito il lavoro, si prospetta con la Direzione di Cantiere dell'Impresa Committente un piano di lavoro; si realizza cioè una previsione di massima circa le quantità giornaliere di materiale da fornire. La Ns/azienda, grazie al notevole numero di autocarri propri, è in grado di fornire circa 1.800/2.000 Ton. giornaliere.

Il materiale fornito, è scaricato dentro delle chiatte chiamate "bette". Da queste è trasportato in mare aperto e scaricato nel punto dove deve essere realizzata l'opera di prolungamento. Quando il materiale giunge al livello desiderato, gli viene adagiato sopra un cassone che di solito è delle dimensioni di mt. 20x30x H20. Questo cassone è un cubo prefabbricato di cemento con all'interno 27 celle vuote. Tali celle devono essere riempite con breccia ed altro materiale lapideo di piccola pezzatura per far sì che il cassone prenda peso e si adagi in maniera definitiva sul fondo predisposto.

Il passo successivo prevede la chiusura ermetica delle celle tramite colata di cemento. Sempre tramite un getto di cemento, il cassone viene poi saldato al cassone precedente già esistente. La successiva foto invece, mostra una nostra opera “a terra”; l’esecuzione cioè di un piazzale ex-novo per costruzione di nuove banchine.

 
 
Per concludere l’argomento “lavori portuali”, che riteniamo importante poiché particolarmente elevata è l’incidenza di detti lavori nel fatturato totale dell’impresa, si allega di seguito breve documentazione fotografica, per meglio dettagliare lo svolgimento delle opere che la Ns/Azienda esegue.
 
 

 

LAVORI DI TERRA - STRADE - ACQUEDOTTI E FOGNATURE

La Ns/Impresa si occupa tra l'altro di lavori di movimento terra, sterri, esecuzione e pavimentazione strade, costruzione di acquedotti e fognature, e quant'altro possa essere inquadrato come lavori da eseguire con mezzo meccanico. Siamo in grado di eseguire sterri anche di grandi dimensioni, e lavori di riporto terra, quali rilevati stradali e cavalcavia. Ci occupiamo anche di lavori di urbanizzazione primaria.

 
 

FORNITURA DI MATERIALI LAPIDEI

Come precedentemente detto, l'azienda è in grado di fornire i materiali lapidei per la formazione di massicciate, rilevati stradali, scogliere, ecc. E' in grado di fornire anche prodotti lavorati finiti, come ad esempio il misto cementato.

 

RECUPERO E SMALTIMENTO DI MATERIALI

In attuazione alle direttive 91/156/CEE sui rifiuti (Decreto Ronchi), l'azienda si è dotata di un moderno impianto per lo smaltimento ed il recupero dei materiali inerti lapidei provenienti dalle demolizioni e costruzioni. L'impianto con cui si eseguono detti lavori, è un frantoio modello NORDBERG LT105S semovibile, compreso di vaglio separatore ed impianto abbattimento polveri.


I materiali raccolti sono riciclati mediante un processo di selezione e lavorazione, che li trasforma in misti granulari stabilizzati particolarmente idonei per i sottofondi stradali e per le massicciate. I materiali da riutilizzare sono reperiti sia direttamente dalla Ns/Impresa, che utilizza i materiali di riporto dei propri cantieri in corso, e sia da clienti che vengono nel ns/deposito con propri mezzi e materiali da 
lavorare.

 
 

Attraverso le varie possibilità che ha il frantoio di vagliare il materiale, le pezzature del materiale finito sono molteplici: infatti partiamo da un misto stabilizzato (da 0 a 50 mm.) per arrivare a materiali più specifici e selezionati quali brecciolino (da 10 a 30 mm.), breccia (da 30 a 50 mm.) e breccione (da 50 a 70 mm.).

La Ns/Azienda quindi, al contempo, produce materiale necessario per essere impegnato nei lavori edili, e funge anche da discarica eliminando gli scarti dei cantieri in corso. Il terreno dove sorge l'impianto di frantumazione ed insiste questa nostra attività, è il medesimo sopra descritto dove sono siti gli uffici amministrativi ed è in corso di esecuzione il nuovo capannone. L'impresa naturalmente è dotata di apposita autorizzazione comunale ed è in possesso delle autorizzazioni Provinciali e dell'iscrizione Regionale per la gestione dei rifiuti (il tutto allegato in copia).

 

DEMOLIZIONI

L'Impresa ha notevole esperienza accumulata nel corso degli anni in fatto di demolizioni. E' in grado di eseguire qualsiasi tipo di demolizione in c.a. con idonei mezzi meccanici provvisti di martello demolitore e cesoie per il ferro. Oltre ad innumerevoli demolizioni di ordinaria amministrazione, il lavoro più significativo in questo campo, è stato sicuramente la demolizione dell'ex Mulino Assisi, sito nel Comune di Civitavecchia, (oltrechè l’attuale demolizione della Centrale ENEL di Fiumaretta di cui si parlerà di seguito).

Infatti la Ns/Ditta ha demolito lo stesso con il metodo dell'implosione. Ha minato cioè, dopo un approfondito studio, tutti i pilastri in determinati punti strategici. Le mine sono state introdotte proprio all'interno dei pilastri dopo che gli stessi erano stati bucati con la punta del martello demolitore. Poi si è badato ha proteggere tutti i lati dell'edificio con dei bandoni metallici per evitare, al momento dello scoppio, che alcuni detriti potessero fuoriuscire dalla zona; tali bandoni naturalmente non sono stati solo adagiati, ma sono stati saldamente legati all'edificio.

Dopo aver fatto evacuare la zona adiacente nel raggio di 100 metri, è stato dato il via alle cariche che sono scoppiate tutte in pochi secondi e tutte a distanza infinitesima l'una dall'altra, permettendo quindi all'edificio di cadere secondo un determinato modo prestudiato e facendolo quindi cadere su se stesso.

 
 

Attraverso la partecipazione in ATI con il CONSORZIO CO.ME.T. ad alcune gare indette dall’ENELPOWER, abbiamo ottenuto l’appalto di due demolizioni: una da realizzare all’interno della centrale Torrevaldaliga Nord, riguardante la demolizione dell’Impianto Itar oleoso, appalto del valore di € 165.000,00; una seconda, riguardante la centrale Fiumaretta, dell’importo di € 1.730.000,00 circa.

L’aggiudicazione di tali gare, è conseguenza di una fitta e proficua collaborazione con il CONSORZIO CO.ME.T.. Con lo stesso infatti abbiamo partecipato a diverse gare, ed oltre alle due sopra elencate, siamo rimasti aggiudicatari anche di altre commesse, giungendo così ad un portafoglio lavori per conto ENEL pari ad € 5.800.000,00 circa.
E’ comunque tuttora in corso la collaborazione con il Consorzio CO.ME.T., pertanto è plausibile, ed auspicabile, l’appalto di ulteriori commesse indette da Enelpower, tutte riconducibili alla conversione a carbone di Torrevaldaliga Nord.

 
 
 

Siad Srl 2015 - Powered by KSTONE Srl


Privacy - Condizioni d'uso





Siad Srl - Via Aurelia Nord, 32 - 00053 Civitavecchia RM
Tel./Fax. +39.0766.220645 - info@siadsrl.it C.F./P.IVA 04802821001